Ultime notizie

Fede: “Forza morale che ci ha fatto affrontare con slancio una stagione impensabile”

Dai vescovi è arrivato il ringraziamento agli operatori sanitari, alle famiglie, ai sacerdoti, molti dei quali hanno offerto la propria vita, e la vicinanza agli anziani e ai poveri

Lo ha affermato oggi il Consiglio episcopale permanente della Cei, al termine della sessione primaverile

Card. Gualtiero Bassetti, presidente della Cei e arcivescovo di Perugia-Città della pieve

È stata una lettura spirituale e biblica dell’emergenza in atto e delle domande che essa porta con sé, con uno sguardo a quello che sarà il dopo Coronavirus, quella compiuta nella sessione primaverile del Consiglio episcopale permanente della Conferenza episcopale italiana, che si è riunito ieri giovedì 16 aprile, in videoconferenza, sotto la guida del presidente e arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, il cardinale Gualtiero Bassetti.

In particolare, i vescovi si sono soffermati sulla situazione attuale: «Segnata dalla sofferenza e dal lutto, ma anche da opportunità e Grazia – riporta il comunicato finale -. Un “kairos” (tempo designato nello scopo di Dio) che traccia una cesura rispetto al passato e lascia un’eredità preziosa, a livello sociale ed ecclesiale, dalla quale ripartire con fiducia e speranza, facendo tesoro di tutte quelle esperienze di solidarietà, attenzione agli ultimi e alle persone in difficoltà sgorgate dalla fantasia della carità delle nostre comunità».

Il Consiglio episcopale permanente (foto di repertorio)

Dai vescovi è poi arrivato il ringraziamento agli operatori sanitari, alle famiglie, ai sacerdoti, molti dei quali hanno offerto la propria vita, e la vicinanza agli anziani e ai poveri. Vicinanza espressa con la carità e con la disponibilità delle strutture ecclesiali per la Protezione civile, i medici e le persone in quarantena e con gli aiuti destinati dall’otto per mille, in modo particolare con quello straordinario di 200 milioni di euro, cui si aggiungono i 22,5 milioni di euro stanziati in queste settimane.

Nel corso dei lavori, è stato sottolineato come: «L’esperienza di fede, in questo periodo – scrivono i presuli -, sia stata una forza morale che ha permesso di affrontare con nuovo slancio una stagione impensabile ed impensata. La Chiesa è sempre stata presente e continua ad esserlo, anche nell’interlocuzione con le istituzioni governative, per definire un percorso meno condizionato all’accesso e alle celebrazioni liturgiche per i fedeli in vista della nuova fase che si aprirà dopo il 3 maggio. È fondamentale dare una risposta alle attese di tanta gente, anche come contributo alla coesione sociale nei diversi territori».

About Davide De Amicis (3317 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985, laureato in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it è direttore responsabile di Radio Speranza, la radio della Chiesa metropolitana di Pescara-Penne. Recentemente ha collaborato con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato è stato direttore responsabile della testata giornalistica online Jlive radio, ha collaborato con Radio Speranza, scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" e sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website