Ultime notizie

Il FAI lancia le “Giornate all’aperto” e il censimento sui “Luoghi del cuore”

"Le giornate sono intitolate 'all’aperto' perché abbiamo provato a trasformare un problema in un’opportunità. -afferma Daniela Bruno- L’occasione di stare all’aperto ci fa stare sicuri, ma allo stesso tempo ci fa guardare l’Italia nei suoi spazi verdi"

Le iniziative previste per il fine settimana per visitare in sicurezza le bellezze del territorio

Sabato 27 e domenica 28 giugno si terranno le Giornate FAI all’aperto, promosse dal Fondo Ambiente Italiano, in cui sarà possibile visitare luoghi di particolare interesse naturale e artistico dell’Italia, e quindi del nostro Abruzzo.

«Sono effettivamente un edizione speciale del classico appuntamento delle Giornate FAI di primavera che non si sono potute svolgere quest’anno per evidenti ragioni sanitarie -spiega Daniela Bruno, responsabile Affari Culturali FAI- e che sono un momento fondamentale per avvicinare, far conoscere e far partecipare il pubblico alla missione del Fondo, visitando i meravigliosi luoghi e beni che le delegazioni aprono in tutta Italia».

«Le giornate sono intitolate all’aperto perché abbiamo provato a trasformare un problema in un’opportunità. -prosegue la Bruno- L’occasione di stare all’aperto ci fa dunque stare sicuri, ma allo stesso tempo ci fa guardare l’Italia nei suoi spazi verdi: parchi, giardini, sentieri, camminate e immersioni nel paesaggio».

Per partecipare all’iniziativa è infatti obbligatoria la prenotazione online per permettere al Fondo di organizzare le visite in massima sicurezza e garantendo il necessario distanziamento sociale. Sarà questa anche «un’irrinunciabile occasione di raccolta fondi, i quali saranno interamente destinati a consentirci di proseguire nelle attività istituzionali della Fondazione. -si legge sul sito del FAI- La raccolta dei contributi avverrà prima dell’evento, direttamente all’atto di prenotazione online della visita. È un piccolo sforzo, ma che per noi può fare davvero la differenza».

Il Fondo Ambiente Italiano, che dal 1975 cura attività di restauro, tutela, valorizzazione del patrimonio d’arte e natura italiano, ha inoltre aperto il X Censimento I luoghi del cuore. Fino al 15 dicembre sarà possibile iscriversi all’apposito portale e votare i luoghi architettonici, ambientali e archeologici a cui si è più affezionati. I luoghi più votati a livello nazionale -tra cui spicca al 6° posto della classifica attuale l’Eremo di sant’Onofrio al Morrone, a Sulmona- saranno beneficiari di un intervento di recupero, tutela e valorizzazione, anche attraverso la possibile erogazione di contributi da parte del FAI.

Tra le tante bellezze del territorio dell’Arcidiocesi di Pescara-Penne, sono candidate anche la Cattedrale di san Cetteo, l’Abbazia di san Clemente a Casauria, l’Oratorio di santa Maria della Croce a Pietranico, il Chiostro di san Domenico e il Campanile di san Giovanni evangelista a Penne.

«Approfittatene per avvicinarvi alla missione del FAI -conclude Daniela Bruno- perché è un gesto civico per contribuire alla tutela e valorizzazione del nostro patrimonio».

Per scoprire i luoghi delle Giornate FAI all’aperto e prenotarsi clicca qui.

Per votare i Luoghi del cuore clicca qui.

Per il regolamento del censimento clicca qui,

About Alfredo Battisti (30 Articles)
Classe 2000, è di Torre de' Passeri. Ha conseguito il diploma con lode al Liceo Scientifico di Popoli. Studia Giurisprudenza presso l'Università LUMSA di Roma.

Rispondi