Ultime notizie

Alzheimer: “Ogni 3 secondi un nuovo caso, in Abruzzo sono 18 mila”

"Pensiamo – osserva il dottor Carlo D'Angelo - che una famiglia con un familiare colpito, deve far ricorso a badanti e ogni anno si spendono 10 miliardi di euro solo per le assistenti-badanti perché le persone malate, che per lo più continuano a vivere in casa, in famiglia, hanno bisogno di tutto perché non sanno fare più nulla, neanche allacciarsi le scarpe. In questo contiamo sul supporto del Comune, non per l’assistenza domiciliare, ma soprattutto per poter istituire un Centro, un call center attraverso il quale aiutare le famiglie nei bisogni più elementari"

Lo ha affermato il dottor Carlo D’Angelo, presidente dell’Associazione Alzheimer uniti

Anche Pescara celebra oggi la Giornata mondiale dell’Alzheimer. Infatti, dalle 10 alle 19, l’Associazione Alzheimer Uniti e la Croce Rossa di Pescara saranno in piazza Sacro Cuore: «Con un team di psicologi e medici – annuncia il dottor Carlo D’Angelo, presidente di Alzheimer uniti -, per sottoporre i cittadini a mini-test sulla memoria e incontrare familiari, pazienti e utenti spiegando quali sono i segnali da cogliere per intercettare le prime avvisaglie della malattia e intervenire con terapie capaci di rallentare il progredire della patologia».

Carlo D’Angelo, presidente Associazione Alzheimer uniti

L’appuntamento beneficia del patrocinio dell’Assessorato alle Politiche sociali del Comune di Pescara diretto da Nicoletta Di Nisio: «L’Alzheimer – ha spiegato il professor D’Angelo – rappresenta senza dubbio una delle più significative emergenze che i sistemi socio-sanitari si trovano ad affrontare, per l’impatto che ha sui servizi assistenziali e sulle famiglie. Pensiamo che ogni 3 secondi si registra un nuovo ‘caso’ di Alzheimer, nella Regione Abruzzo i casi stimati sono circa 18 mila; nella sola provincia di Pescara su 73.370 anziani, i pazienti con Alzheimer sono 4.200 e nella città di Pescara, su 31.200 ultra 65enni, ci sono ben 1.747 casi diagnosticati».

Ed è un problema non solo sanitario, ma anche economico: «Pensiamo – osserva il presidente dell’Associazione Alzheimer uniti – che una famiglia con un familiare colpito, deve far ricorso a badanti e ogni anno si spendono 10 miliardi di euro solo per le assistenti-badanti perché le persone malate, che per lo più continuano a vivere in casa, in famiglia, hanno bisogno di tutto perché non sanno fare più nulla, neanche allacciarsi le scarpe. In questo contiamo sul supporto del Comune, non per l’assistenza domiciliare, ma soprattutto per poter istituire un Centro, un call center attraverso il quale aiutare le famiglie nei bisogni più elementari».

Gianluca Desiderio, presidente Croce rossa Pescara – Foto Cri

Ad affiancare gli esperti dell’associazione, dunque, oggi sono i volontari della Croce rossa di Pescara: «La nostra partnership con l’Associazione Uniti contro l’Alzheimer rientra nella mission della Croce Rossa – ricorda il presidente Gianluca Desiderio -, che è quella di supportare le famiglie bisognose, gli anziani, e non si riduce ai trasporti dell’autoambulanza. Oggi forniremo due gazebo per accogliere pazienti e cittadini. In questa Giornata mondiale dell’Alzheimer, vogliamo far capire che il dramma delle patologie neurologiche non è solo della singola persona che si ammala, ma di tutto il suo mondo. Quando diciamo che a Pescara ci sono 1.747 ammalati, significa che la malattia ha stravolto la vita di almeno 5-6 mila persone, ovvero familiari e assistenti, un popolo di sottofondo che potrebbe riempire la Tribuna Adriatica (dello Stadio Adriatico di Pescara). L’amministrazione comunale, ovviamente, non può curare l’Alzheimer, ma può essere vicino ai bisogni, anche di informazione, delle famiglie».

La postazione di Alzheimer uniti e Cri Pescara in piazza Sacro Cuore – Foto Cri

Fino a stasera, quindi, i cittadini che si recheranno in piazza Sacro Cuore avranno modo di incontrare medici e psicologi, di effettuare piccoli test sulla memoria, i quali possono essere rivelatori precoci della malattia: «Inoltre – conclude il dottor Carlo D’Angelo – organizzeremo un mini-forum conoscitivo sull’Alzheimer rispondendo alle domande dei presenti e, infine, ovviamente, incontreremo familiari e pazienti».

About Davide De Amicis (3335 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985, laureato in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it è direttore responsabile di Radio Speranza, la radio della Chiesa metropolitana di Pescara-Penne. Recentemente ha collaborato con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato è stato direttore responsabile della testata giornalistica online Jlive radio, ha collaborato con Radio Speranza, scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" e sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website