Ultime notizie

Colletta alimentare 2020: card acquistabili fino all’8 dicembre

"Soprattutto in questo momento - spiega Antonio Dionisio, presidente del Banco alimentare dell'Abruzzo - la Colletta Alimentare è un gesto di speranza, che fa bene a tutti perché testimonia che non sono la paura e l’indifferenza a vincere di fronte ad una situazione di emergenza come quella che stiamo vivendo tutti, ma il vivere in una modalità nuova ciò che il cuore di ognuno desidera: essere in relazione con gli altri, di cui la solidarietà è un aspetto importante"

Lo ha ricordato il Banco alimentare dell’Abruzzo a pochi giorni dal termine della spesa solidale per i poveri abruzzesi

Sta entrando nel vivo la Colletta Alimentare 2020, la storica iniziativa di solidarietà promossa come sempre dalla Fondazione Banco Alimentare, che quest’anno, per via della pandemia, si sta svolgendo con una modalità nuova. Tutti coloro che vorranno contribuire, infatti, potranno acquistare fino a martedì 8 dicembre online sul sito www.collettaalimentare.it o nei supermercati aderenti (elenco completo su https://www.collettaalimentare.it/punti-vendita) card da 2, 5 e 10 euro. A fine Colletta, il valore complessivo di tutte le card acquistate sarà convertito in cibo non deperibile come pelati, legumi, alimenti per l’infanzia, olio, pesce e carne in scatola e altri prodotti che servono maggiormente, e che sarà subito distribuito dal Banco Alimentare Abruzzo agli oltre 30 mila indigenti assistiti mediante una rete di oltre 200 enti convenzionati. Dal 1 al 10 dicembre, inoltre, si potrà fare la spesa online per la Colletta Alimentare direttamente su Amazon. Le card, per quest’anno, hanno preso il posto degli scatoloni e son diventate i “contenitori” della spesa. Una spesa che quest’anno non può più essere donata fisicamente per ragioni di sicurezza sanitaria. Il passaggio di beni di mano in mano sarebbe troppo rischioso.

Antonio Dionisio, presidente del Banco alimentare dell’Abruzzo

Per le stesse evidenti ragioni di sicurezza non ci sono potuti essere i consueti gruppi di volontari entusiasti nei supermercati l’ultimo sabato di novembre, ma quel giorno, sabato 28 novembre, c’è stato comunque l’evento online “Diretta Colletta”, con testimonianze, racconti, contributi in diretta streaming sul sito della Colletta e sui canali social del Banco Alimentare, per vivere la bellezza di un gesto da sempre nel cuore degli italiani: «Stiamo assistendo ad una buona risposta da parte di tante persone che stanno acquistando le card online – sottolinea Antonio Dionisio, presidente del Banco alimentare dell’Abruzzo -. Non solo, ma facendo il giro dei supermercati che partecipano sono rimasto colpito dalla disponibilità delle cassiere a proporre ai clienti l’acquisto delle card e, quindi, a partecipare alla Colletta Alimentare, segno di quanta stima ci sia nei confronti di questo gesto. Quest’anno in particolare contiamo molto sul passaparola, indispensabile per far conoscere la nuova modalità di un gesto storico, che per il Banco Alimentare dell’Abruzzo rappresenta il 15% di quanto distribuito agli indigenti della regione durante l’anno. Soprattutto in questo momento la Colletta Alimentare è un gesto di speranza, che fa bene a tutti perché testimonia che non sono la paura e l’indifferenza a vincere di fronte ad una situazione di emergenza come quella che stiamo vivendo tutti, ma il vivere in una modalità nuova ciò che il cuore di ognuno desidera: essere in relazione con gli altri, di cui la solidarietà è un aspetto importante».

La Colletta alimentare, gesto con il quale la Fondazione Banco Alimentare aderisce alla Giornata Mondiale dei Poveri 2020 indetta da Papa Francesco, è resa possibile grazie alla collaborazione di volontari aderenti all’Associazione Nazionale Alpini, all’Associazione Nazionale Bersaglieri, alla Società San Vincenzo De Paoli, alla Compagnia delle Opere Sociali e altre associazioni caritative. Per consultare i punti vendita aderenti è possibile consultare il sito web www.collettaalimentare.it.  

About Davide De Amicis (3514 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985, laureato in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it è direttore responsabile di Radio Speranza, la radio della Chiesa metropolitana di Pescara-Penne. Recentemente ha collaborato con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato è stato direttore responsabile della testata giornalistica online Jlive radio, ha collaborato con Radio Speranza, scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" e sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website