Ultime notizie

Il Gran Ballo dannunziano arriva all’Aurum di Pescara

Domani pomeriggio la rievocazione storica di danze ottocentesche e novecentesche aperta gratuitamente al pubblico

Un evento unico, di grande suggestione e animato da oltre cinquanta danzatori in costume d’epoca provenienti da tutta Italia.

Sabato 11 febbraio, dalle ore 16.30 alle 18.30, all’Aurum di Pescara aprirà le sue porte al Gran Ballo dannunziano. Nelle sale Degli Alambicchi e d’Annunzio, oltre cinquanta danzatori in costume d’epoca provenienti da tutta Italia daranno vita a una rievocazione storica promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Pescara, coordinato da Maria Rita Carota, e organizzata dalla Società di Danza Chieti e Pescara. L’associazione fa parte della Federazione Nazionale Società di danza ed è stata fondata nel febbraio 2016 con finalità di studio, ricerca ed esecuzione di balli del repertorio ottocentesco e di primo ‘900, per riproporli con abiti filologici in dimore e teatri d’epoca; comprende oggi oltre 1.300 danzatori e circoli in tutto il territorio nazionale.

«Il Gran ballo di sabato sarà aperto gratuitamente al pubblico – ha affermato l’assessore alla Cultura Maria Rita Carota  e ci proietterà nelle atmosfere dannunziane di un tempo che vedeva il Kursaal essere punto di riferimento della società dell’epoca. Un sabato pomeriggio diverso per i pescaresi, che invito a partecipare. Si tratta infatti di un’opportunità culturale di rilievo che consentirà di conoscere meglio un periodo storico che in Europa coincise con quello della Belle Epoque».

In quest’occasione, all’Aurum – inaugurato nel 1910 come Kursaal –, si tornerà più di un secolo indietro: «Saranno rievocate – ha spiegato Ornella Di Tondo della Società di Danza Chieti e Pescara – le feste e i balli che vi si tenevano. Sono, infatti, previste promenades, quadri della vita di società ottocentesca, esibizioni danzate e tableaux vivants. Nella circostanza troveranno spazio letture di brani di composizioni di d’Annunzio e sarà raccontato il suo interesse per la danza; verranno, inoltre, illustrate l’architettura e la storia dell’Aurum fin dal suo insediamento, saranno ricordate le feste e i balli di quegli anni e l’abbigliamento primo ‘900, grazie anche all’esposizione di vestiti e accessori originali dell’epoca».

«Quanto al ballo vero e proprio – ha, infine, aggiunto Ornella Di Tondo – saranno eseguite coreografie basate, oltre che su composizioni della famiglia Strauss e di compositori italiani quali Giuseppe Verdi, su musiche di fine ‘800 e di primo ‘900».

Le sale, in cui avrà luogo la manifestazione, saranno decorate con manifesti e arredi d’epoca, e ospiteranno un’esposizione di quadri, opera degli architetti Arianna Leardi e Gianfranco Scatigna, e installazioni gentilmente offerte dall’azienda pianellese Rustichella d’Abruzzo, che dalla sua fondazione, nel 1924, ha spesso tratto ispirazione dalle opere del Vate per l’organizzazione di eventi e serate a tema. 

About Benedetta Pisano (29 Articles)
Nata a Pescara nel 1994 e laureata con lode in "Giornalismo e cultura editoriale" all'Università degli Studi di Parma. Sono giornalista pubblicista e conduco una rubrica culturale intitolata "Benedetta tra le righe" su Radio Speranza. La mia più grande passione sono i libri, ne parlo continuamente.