Ultime notizie

Chiesa: “Non è una mole di precetti. Tanta burocrazia per dare un sacramento”

"Abbiamo dunque la grande responsabilità – ricorda il Papa - di annunciare Cristo crocifisso e risorto animati dal soffio dello Spirito d’amore. Perché è solo questo amore che possiede la forza di attirare e cambiare il cuore dell’uomo"

Lo ha affermato oggi Papa Francesco nel corso dell’udienza generale

Papa Francesco alll'udienza generale nell'Aula Paolo VI

Continuando nella sua catechesi dedicata alla Lettera di San Paolo Apostolo ai Galati oggi, in occasione dell’udienza generale del mercoledì, Papa Francesco ha posto un interrogativo ai presenti nell’Aula Paolo VI in Vaticano: «Amore, gioia, pace, magnanimità, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, dominio di sé – interroga il Papa -. La mia vita porta a questi frutti che lo Spirito mi dà? I primi tre elencati sono l’amore, la pace e la gioia. Da qui si riconosce una persona abitata dallo Spirito Santo, una persona che è in pace, che è gioiosa e che ama: con queste tre tracce si vede una vita secondo lo Spirito».

Secondo il Pontefice, questo insegnamento dell’apostolo pone una bella sfida anche alle nostre comunità: «A volte – osserva il Santo Padre -, chi si accosta alla Chiesa ha l’impressione di trovarsi davanti a una fitta mole di comandi e precetti. Ma no, questa non è la Chiesa, questa può essere qualsiasi associazione! Non si può cogliere la bellezza della fede in Gesù Cristo partendo da troppi comandamenti e da una visione morale che, sviluppandosi in molti rivoli, può far dimenticare l’originaria fecondità dell’amore, nutrito di preghiera che dona la pace e di gioiosa testimonianza».

E la Chiesa, secondo Papa Bergoglio, non ha solo il problema dei precetti: «Allo stesso modo – denota Francesco -, la vita dello Spirito che si esprime nei Sacramenti non può essere soffocata da una burocrazia che impedisce di accedere alla grazia dello Spirito, autore della conversione del cuore. E quante volte – il mea culpa a braccio – noi stessi, i preti o i vescovi, facciamo tanta burocrazia per dare un sacramento, per accogliere la gente, e la gente dice “Questo non mi piace” e se ne va, e non vede in noi tante volte la forza dello Spirito che rigenera».

Da qui il monito del Papa: «Abbiamo dunque la grande responsabilità – ricorda – di annunciare Cristo crocifisso e risorto animati dal soffio dello Spirito d’amore. Perché è solo questo amore che possiede la forza di attirare e cambiare il cuore dell’uomo».

About Davide De Amicis (3720 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985, laureato in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it è direttore responsabile di Radio Speranza, la radio della Chiesa metropolitana di Pescara-Penne. Dal 2007 al 2020 ha collaborato con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato è stato direttore responsabile della testata giornalistica online Jlive radio, ha collaborato con Radio Speranza, scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" e sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website