Ultime notizie

Con migranti e rifugiati a cura del verde cittadino

«L’iniziativa nasce nell’ambito delle celebrazioni della Giornata Mondiale del rifugiato 2024 – spiega Corrado De Dominicis, direttore della Caritas Pescara-Penne - Con queste tre giornate i rifugiati accolti vogliono testimoniare il loro impegno per il territorio e il loro personale ringraziamento alla città che li ospita, rendendo tre parchi di Pescara più puliti e fruibili per la comunità»

Tre appuntamenti di partecipazione attiva per conoscere da vicino i rifugiati e le loro storie, affiancandoli nel lavoro e nella pulizia dei parchi pubblici.

Photo by Mikhail Nilov on Pexels

Si chiama “Clean Up the Gap: per una sostenibilità inclusiva” l’iniziativa con cui il Centro SAI per rifugiati “Lape Dream”, del Comune di Pescara, gestito dalla Caritas diocesana di Pescara-Penne, invita tutta la cittadinanza per tre occasioni di partecipazione attiva mediante la pulizia e la cura di 3 diversi parchi cittadini.

Si partirà sabato 8 giugno dalle 10.00 alle 12.00 presso il Parco Villa Sabucchi, si proseguirà poi lunedì 10 giugno dalle 15:00 alle 17:00 al Parco Villa De Riseis e si concluderà mercoledì 12 giugno, sempre dalle 15:00 alle 17:00, all’interno del Parco ex Caserma Di Cocco.

«L’iniziativa nasce nell’ambito delle celebrazioni della Giornata Mondiale del rifugiato 2024 – spiega Corrado De Dominicis, direttore della Caritas Pescara-Penne – Come molte delle iniziative che programmiamo, anche qui c’è la condivisione con i nostri accolti, in questo caso i migranti e i rifugiati dei centri SAI del Comune di Pescara da noi gestiti (Sistema Accoglienza e Integrazione del Ministero dell’Interno n.d.r.). Con queste tre giornate vogliono testimoniare il loro impegno per il territorio e il loro personale ringraziamento alla Città che li ospita, prendendosene cura e mettendosi a disposizione per rendere tre parchi di Pescara più puliti e fruibili per la comunità».

Presso i centri SAI Lape Dream della Caritas diocesana ad oggi sono accolti 46 uomini e 19 donne con 13 minori al seguito. Tutti e tutte sono impegnati in progetti di formazione, assistenza sociale e psicologica, inserimento socio-lavorativo e accompagnamento all’autonomia della persona, con l’obiettivo di strutturare un legame col territorio e le comunità che li circondano.

«Il nucleo di questa iniziativa è camminare insieme per il Bene Comune – conclude De Dominicis – per questo lanciamo l’invito all’intera cittadinanza a partecipare alle attività di Clean Up, affiancando i nostri accolti, al fine di potenziare la coesione sociale e la conoscenza, con al centro l’impegno attivo per il territorio e le aree verdi della Città di Pescara».

Per partecipare è possibile chiamare il numero 393.8274859 oppure scrivere via e-mail all’indirizzo lapedream@caritaspescara.it

About Giannicola D'Angelo (114 Articles)
Giornalista e laureato in Sociologia presso l'Università degli Studi "G. D'Annunzio" di Chieti, si occupa dell'Ufficio comunicazione della Caritas diocesana di Pescara-Penne, studi sociali e Osservatorio diocesano povertà e risorse. Oltre alla collaborazione con il notiziario "La Porzione.it" è autore e conduttore del programma radiofonico "Binario 1" in onda su Radio Speranza e redattore e responsabile della redazione pescarese del mensile "Scarp de' tenis".

Rispondi