Ultime notizie

I giovani pescaresi cercano… spazio

Il Collettivo studentesco pescarese e l’associazione SO.HA denunciano l’assenza di un Centro di aggregazione giovanile in città, invocandone l’apertura presso l’amministrazione comunale

Carlo Damiani, Collettivo studentesco Pescara

Si chiama “Dateci spazio” il progetto, ideato dal Collettivo studentesco di Pescara e dall’associazione SO.HA Giovani cittadini attivi, che mira a coinvolgere l’amministrazione comunale nell’apertura di un centro di aggregazione giovanile: un luogo chiuso e riscaldato che i ragazzi possano frequentare senza dover necessariamente consumare qualcosa.

Un bisogno forte, quest’ultimo, espresso da 417 studenti aderenti al progetto la cui delegazione, ieri pomeriggio, ha fatto il punto della situazione: «Pescara – spiega Carlo Damiani, componente del Collettivo studentesco – è una delle poche città italiane a non disporre di questo spazio, dove un giovane possa esprimersi e confrontarsi prevenendo forme di disagio giovanile facendo anche risparmiare il Comune».

Massimiliano Stocchi, Università D'Annunzio

Eppure da Palazzo di città nessuno, al momento, sembra accogliere questa richiesta nonostante il progetto Dateci spazio circoli dallo scorso giugno essendo, peraltro, realizzabile grazie ad un bando comunale approvato, ma ancora bloccato: «Per ora – sottolinea Damiani – abbiamo raccolto il disinteresse degli amministratori, ma ci faremo sentire promuovendo una petizione on line, insistendo per partecipare al bando e proseguendo il dialogo con l’amministrazione».

I giovani hanno anche stilato un elenco di strutture, inutilizzate, idonee ad ospitare il centro: l’ex Tribunale, l’ex mercato coperto dei Colli, ma anche l’ex circolo di via Giardini, l’ex Circoscrizione Portanuova, la Città della musica e l’ex Ferrotel. Luoghi che ospiterebbero sale musicali, sale studio, incontri culturali e molto altro, ma per stabilirlo i ragazzi hanno chiesto la consulenza del professor Massimiliano Stocchi, docente di psicologia di comunità presso l’Università D’Annunzio: «Ho fornito – spiega il docente – spunti di riflessione tali da indirizzare il progetto su tematiche urgenti, quali il disagio giovanile e l’orientamento lavorativo».

About Davide De Amicis (2508 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985 e laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Teramo, è giornalista pubblicista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it, collabora con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato ha già collaborato con Radio Speranza, la radio dell'arcidiocesi di Pescara - Penne, e scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" nonché sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website