Ultime notizie

Giovani e lavoro: “Tirocini gratuiti o bassi salari moralmente inaccettabili”

"Costruire un mondo del lavoro – rilancia il cardinale Bassetti - che sappia valorizzare appieno il talento dei nostri giovani e che possa permettere di armonizzare la vita familiare con quella lavorativa. Per fare tutto questo, occorre costruire in definitiva una società più giusta. Una società che sappia coniugare lo sviluppo economico del nostro Paese con le legittime aspirazioni dei nostri ragazzi"

Lo ha affermato ieri il presidente della Cei Bassetti ad un incontro promosso dalla Pastorale del lavoro diocesana di Perugia-Città della Pieve

Il presidente della Conferenza episcopale italiana, cardinale Gualtiero Bassetti

Si intitolava “Giovani e lavoro: un cantiere che non ammette ritardi” l’incontro avvenuto ieri e promosso dalla Pastorale sociale e del lavoro dell’arcidiocesi di Perugia-Città della Pieve a Compignano di Marsciano (Pg), con la partecipazione del locale arcivescovo e presidente della Conferenza episcopale italiana cardinale Gualtiero Bassetti: «Questo è un tema a me molto a cuore e su cui molte volte mi sono espresso – premette il porporato -. Parlare del rapporto tra i giovani e il lavoro, significa affrontare tre questioni, a mio avviso, di grande importanza, che sono la dignità della persona umana, la famiglia e il futuro della nostra società».

A proposito di dignità, il cardinale Bassetti ha aggiunto: «Attraverso il lavoro – afferma – gli esseri umani partecipano alla con-creazione del mondo. Se noi riconosciamo questa sacralità, se noi assumiamo la consapevolezza che possiamo fare del bene con le nostre opere, allora anche la nostra umanità si arricchisce e la vita acquista un significato nuovo. L’assenza di lavoroo il suo opposto, l’idolatria del lavoro svilisce invece l’animo umano e porta molti giovani alla rassegnazione, all’umiliazione e alla perdita di speranza».

Quindi il presidente della Cei ha approfondito, nello specifico, i nodi da scogliere nel rapporto tra i giovani e il lavoro: «Alcune vicende lavorative – denuncia – non sono moralmente accettabili. Ad esempio la pratica dei lunghi tirocini gratuiti; oppure alcune forme di collaborazione con remunerazioni discutibili; alcuni orari di lavoro troppo impegnativi; e infine, nel caso delle donne, quella sottile condizione di ricatto morale, più o meno esplicita, che si viene a creare in alcune situazioni lavorative in caso di gravidanza».

Partendo da ciò che non va, il cardinale Bassetti ha rilanciato il grande obiettivo da perseguire: «Costruire un mondo del lavoro – rilancia – che sappia valorizzare appieno il talento dei nostri giovani e che possa permettere di armonizzare la vita familiare con quella lavorativa. Per fare tutto questo, occorre costruire in definitiva una società più giusta. Una società che sappia coniugare lo sviluppo economico del nostro Paese con le legittime aspirazioni dei nostri ragazzi».

About Davide De Amicis (3607 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985, laureato in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it è direttore responsabile di Radio Speranza, la radio della Chiesa metropolitana di Pescara-Penne. Dal 2007 al 2020 ha collaborato con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato è stato direttore responsabile della testata giornalistica online Jlive radio, ha collaborato con Radio Speranza, scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" e sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website