Ultime notizie

A Civitella Casanova messa di Pentecoste dell’arcivescovo Valentinetti

Avrà luogo domani alle 10 sul sagrato della chiesa della Cona, avviando i festeggiamenti patronali della Madonna delle grazie

Il sagrato della chiesa di Santa Maria della Cona durante la messa di Pentecoste nel 2023

A Civitella Casanova (Pescara) cresce l’attesa in vista della santa messa pontificale di Pentecoste che, domattina alle 10, l’arcivescovo di Pescara-Penne monsignor Tommaso Valentinetti presiederà sul sagrato della cinquecentesca chiesa della Madonna della Cona, concelebrandola con il parroco don Norbert Maoko: «Orante il clima di preparazione a questo grande appuntamento – racconta il presbitero -, che sta diventando ormai una tradizione la presenza del proprio Arcivescovo nella giornata nella quale la Santa Chiesa vede il suo vero atto di nascita d’inizio missionario considerandola, insieme alla Pasqua, la festa più solenne di tutto il calendario cristiano. Ci stiamo preparando a questa momento solenne con la preghiera del Santo Rosario in tutte le contrade della comunità. Come gli Undici, con Maria, siamo uniti nella preghiera per chiedere il dono di una nuova Pentecoste per la nostra Comunità e per tutti i redenti».

Don Norbert Maoko, parroco di Civitella Casanova

Una celebrazione eucaristica, quella presieduta dall’alto prelato (trasmessa in diretta dall’emittente diocesana Radio Speranza InBlu sugli 87.6 Fm nella zona di Pescara-Chieti, in streaming e in Abruzzo sulle radio Dab), che chiuderà il tempo di Pasqua e proietterà la Parrocchia civitellese verso la tre giorni di Solennità Patronale dedicati alla Beata Vergine Maria delle Grazie, che si inserisce nel ventesimo anniversario dal Decreto della Congregazione del Culto Divino e Disciplina dei Sacramenti che proclamò, per volere dell’allora Pontefice San Giovanni Paolo II, la Madonna delle Grazie patrona della Comunità civitellese.

La grande devozione della comunità locale alla Vergine Maria è secolare e riconducibile alla presenza, fino alla metà del XIX secolo, dei monaci cistercensi. Furono proprio loro a collegare le due Solennità, quella dello Spirito Santo e quella mariana. Dopo la santa messa i festeggiamenti proseguiranno nella chiesa della Madonna della Cona, gioiello dell’arte rinascimentale abruzzese, con liturgie eucaristiche e veglie dal canto dei secondi vespri di domani fino a martedì 21 maggio, quando il canonico don Michele Cocomazzi presiederà la santa messa conclusiva alle 18. Al termine avrà luogo la processione dell’effige della Vergine Maria, rivestita del tesoro aureo degli ex-voto «che ancora nei nostri giorni va ampliandosi – precisa don Norbert -, testimonianza della viva fiducia del popolo verso la propria Madre e Regina».

La processione del 2023 in onore della Beata Vergine Maria delle Grazie

E non è tutto, perché i festeggiamenti in onore della patrona di Civitella Casanova saranno impreziositi, “per antica tradizione”, dal dono dell’indulgenza plenaria che sarà lucrabile dai “dai “secondi vespri di Pentecoste fino al martedì successivo”, come previsto dal Decreto della Penitenzieria Apostolica vaticana la qualesu richiesta dell’arcivescovo Valentinetti – ha rinnovato questo dono di grazia. La Bolla, custodita nell’archivio parrocchiale, verrà portata da una bambina durante la processione del vespro della domenica. Verrà letta ai fedeli e successivamente esposta accanto alla “Porta della Perdonanza”: la porta laterale della chiesa della Cona che, da antica usanza, consente il passaggio ai tanti pellegrini che, in quei giorni, l’attraverseranno per ottenere la remissione delle pene derivanti dai peccati.

Ma in questo caso la “Porta della perdonanza” non verrà varcata per entrare nella chiesa, come di solito avviene, ma per uscirvi: «Per essere degni figli della Vergine Maria – precisa il parroco di Civitella Casanova – e per raccogliere l’invito, il mandato che Cristo ci ha dato, dobbiamo uscire sulle strade del mondo, della quotidianità, rinnovati dallo Spirito, riconciliati con il Padre con la Confessione e fortificati dalla Santa Eucarestia, pronti sempre a rendere ragione della speranza che è in noi».

E visti i forti venti di guerra che continuano a spirare prepotenti sull’Europa, in Terra Santa e in Africa (la terza guerra mondiale a pezzetti, come più volte l’ha definita Papa Francesco), dalla comunità civitellese si eleva ancor più accorata a Maria la preghiera di supplica per la Pace: «Pace nelle nostre famiglie – conclude don Norbert Maoko -, pace nelle nostre comunità, pace per il mondo intero. Con questo spirito, invito tutti e ciascuno a farsi pellegrini verso la chiesa della Cona, per ricevere il dono della Perdonanza e quindi essere fortificati per diventare sempre più, nel quotidiano, messaggeri di pace e di speranza».

About Davide De Amicis (4423 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985, laureato in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Dal 2010 è redattore del portale La Porzione.it e dal 2020 è direttore responsabile di Radio Speranza, la radio della Chiesa di Pescara-Penne. Dal 2007 al 2020 ha collaborato con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato è stato direttore responsabile della testata giornalistica online Jlive radio, ha collaborato con Radio Speranza, scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" e sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website