Ultime notizie

Caritas, verso nuovi e più efficaci modelli di integrazione e inclusione per i migranti

Il ringraziamento del direttore della Caritas a chi ha facilitato le attività del Centro di Accoglienza Straordinaria di Via Valle Furci che chiuderà a partire da oggi primo giugno

Oggi primo giugno chiude la struttura comunale di Via Valle Furci a Pescara adibita a Centro di Accoglienza Straordinaria (CAS) per migranti richiedenti asilo e protezione internazionale e gestita dalla Fondazione Caritas Onlus dell’Arcidiocesi Pescara-Penne. La decisione, presa nell’ottica di rendere sempre più inclusiva l’integrazione dei migranti, consentirà di aderire a modelli e contesti più efficaci di accoglienza.

«Il CAS era l’unico modo per rispondere ad un’emergenza che si era creata – dichiara don Marco Pagniello, direttore della Fondazione Caritas Onlus – ora l’intenzione è quella di superare questo tipo di accoglienza che, concentrando un gran numero di persone nelle stesse strutture, non permette adeguati percorsi di integrazione e inclusione sociale atti a garantire dignità e opportunità ai migranti richiedenti asilo e protezione, cosa invece possibile con il sistema SPRAR».

Il Centro di Accoglienza Straordinaria di Via Valle Furci è nato nel gennaio 2017 in risposta all’emergenza sbarchi dell’estate 2016. Molte donne e bambini erano sparsi in diversi centri determinando una situazione di criticità e promiscuità, pertanto su richiesta del Prefetto, La Fondazione Caritas e il Comune di Pescara si sono attivati per farsene carico. Nel corso dell’attività sono state 57 le donne e 8 i minori ospitati, provenienti per la maggior parte da Nigeria, Etiopia e Costa d’Avorio.

«Vorrei ringraziare – continua don Pagniello – tutti coloro, volontari, parrocchie, associazioni ed esercizi commerciali della zona, che hanno contribuito attivamente e rendere l’accoglienza un’esperienza estremamente positiva ed un arricchimento per il territorio».

About Giannicola D'Angelo (83 Articles)
Giornalista e laureato in Sociologia presso l'Università degli Studi "G. D'Annunzio" di Chieti, si occupa dell'Ufficio comunicazione della Caritas diocesana di Pescara-Penne, studi sociali e Osservatorio diocesano povertà e risorse. Oltre alla collaborazione con il notiziario "La Porzione.it" è autore e conduttore del programma radiofonico "Binario 1" in onda su Radio Speranza.