Ultime notizie

“Ricordo”, la poesia dedicata alla società ferita dal Covid

"I versi del poeta - commenta il critico d'arte Massimo Pasqualone - si colorano di emozioni e si fanno forza per affrontare il domani. La poesia di Nicola D'Angelo vive, ancora una volta, il tempo del ricordo, il tempo della bellezza che, nella parola poetica, trova casa e difesa"

L’autore dell’opera, pubblicata il 9 marzo scorso, è il maresciallo poeta Nicola D’Angelo

Anche la terribile piaga della pandemia di Covid-19, nella sua drammaticità, può essere d’ispirazione. Lo è stato per il poeta abruzzese (originario di Penne) Nicola D’Angelo, nella vita di tutti i giorni maresciallo dei Carabinieri e comandante della stazione di Civitaquana. Infatti l’artista è recentemente tornato alla ribalta scrivendo e pubblicando un nuovo componimento poetico dal titolo “Ricordo”, da egli stesso dedicato «al dolore collettivo della Società, riconoscendo l’effetto di tante perdite e la sofferenza del periodo pandemico da coronavirus». L’opera è stata molto apprezzata dal vasto pubblico e dalla critica letteraria.

Il poeta Nicola D’Angelo

Di questa nuova opera il professor Massimo Pasqualone, docente, critico d’arte e letterario, ha affermato: «Il dolore e la sofferenza – denota – si uniscono ad una malinconia che trova però speranza di salvezza nell’amore, che sempre e comunque vince tutto, anche la pandemia. I versi del poeta si colorano di emozioni e si fanno forza per affrontare il domani. La poesia di Nicola D’Angelo vive, ancora una volta, il tempo del ricordo, il tempo della bellezza che, nella parola poetica, trova casa e difesa».

Ricordo

dimenticato

nel silenzio notturno,

sommerso

dalle onde

dalla marea,

dal peso delle cose

divenute gusci vuoti

mentre le parole

carezzano

col calore della cera.

Ricordo

dimenticato

nei giorni di luce

per elidere le amarezze

gli odi fiammanti.

Ricordo

per sempre

davanti agli occhi

la fragilità umana

del 2020

ad oggi infinita,

i nostri cari

morti per nulla,

la lunga lezione

che ho imparato

che nessuno

si salva da solo,

che l’amore

non si ferma mai.

Nicola D’Angelo

Civitella Casanova (Pe), 9/III/2021

Nicola D’Angelo, per le sue opere, è stato già insignito di numerosi riconoscimenti a livello locale e nazionale tra cui spicca il premio del presidente di giuria alla prima edizione del Premio letterario internazionale “Kalos 2020 Città di Forte dei Marmi”, consegnatogli il 19 luglio 2020. Lo scorso novembre ha pubblicato gli ultimi due componimenti, “Quel pendìo, mi ricorda il mio paese solitario” e “Su quel crinale, il Paradiso”, rispettivamente dedicati alla frazione di Vestea (Civitella Casanova) e a Civitella Casanova, sua località di residenza.  

About Davide De Amicis (3614 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985, laureato in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it è direttore responsabile di Radio Speranza, la radio della Chiesa metropolitana di Pescara-Penne. Dal 2007 al 2020 ha collaborato con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato è stato direttore responsabile della testata giornalistica online Jlive radio, ha collaborato con Radio Speranza, scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" e sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website