Ultime notizie

Covid-19: “Il vaccino è la più grande garanzia che abbiamo”

Il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, - Foto Siciliani-Gennari/Sir

Oggi anche il presidente della Conferenza episcopale italiana, il cardinale Gualtiero Bassetti, ha partecipato ai lavori dell’Assemblea plenaria del Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa (Ccee), in corso a Roma. A margine della seduta, il porporato è tornato a esprimersi sull’attuale situazione pandemica in Italia: «Si usino – esorta – tutti i mezzi per conservare la nostra salute, per prevenire e al momento attuale il vaccino è la più grande garanzia che abbiamo». Il cardinale ha poi risposto alle domande dei giornalisti in merito all’estensione del Green pass: «Si tratta diun problema troppo delicato e bisogna entrarci in maniera articolata – sottolinea il presidente della Cei -, non è una questione semplice».

Alla domanda invece se si arriverà ad un Green pass per entrare a messa, il cardinale Bassetti ha risposto: «Noi abbiamo un protocollo con il governo – ribadisce – e andiamo secondo quello». È poi notizia di ieri che il cardinale Angelo Bagnasco, presidente del Ccee, è risultato positivo al Covid e quindi non sta partecipando alla plenaria che quest’anno celebra il 50° della fondazione del Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa. Il presidente della Cei ha telefonato stamani a Bagnasco: «Sta bene – assicura Bassetti – e gli ho portato il saluto affettuoso di tutti noi. Lo abbiamo ricordato nelle preghiere».

“SOGNO UNA NUOVA EUROPA SOLIDALE CHE SAPPIA ESSERE UNA CASA COMUNE”

Entrando nel merito dei lavori, invece, il porporato ha delineato la sua idea di futuro per il Vecchio continente: «Personalmente – rilancia – sogno una nuova Europa solidale che sappia essere veramente una casa comune, e non solo un insieme di strutture, e che si fondi su un nuovo umanesimo europeo basato sulla centralità della persona umana – la cui dignità è sempre inalienabile – e su una nuova cultura del “dialogo” e dell’“amicizia sociale”, come ha scritto Francesco nella Fratelli tutti».

Successivamente, nel suo discorso ai vescovi del Ccee, il cardinale Gualtiero Bassetti ha fatto riferimento al tema “delicatissimo” delle migrazioni: «Serve un’azione coordinata a livello internazionale nel gestire un fenomeno, al tempo stesso complesso e drammatico – esorta -. Su questo punto è fondamentale il ruolo dell’Europa. Inoltre, questa cultura del dialogo può essere costruita, come afferma il Papa, anche dalle “religioni” se queste si mettono al servizio della fraternità nel mondo».

Questa, per il presidente dei vescovi italiani, è una delle grandi sfide del futuro: «Costruire insieme – auspica – un mondo di pace che sappia, non solo riscoprire il gusto di riconoscere l’altro a partire dagli ultimi, ma anche recuperare la gentilezza, il perdono e la memoria di chi ha sofferto molto in modo ingiusto e crudele», come ad esempio nella Shoah e ad Hiroshima: «Questo – aggiunge – vale anche oggi».

Quindi il porporato è tornato a parlare di migrazioni: «Quanti uomini, donne e bambini sono costretti ad abbandonare i propri Paesi per trovare rifugio altrove – ricorda -. Come dimenticare l’immagine di quella madre afgana che affida il proprio bimbo dalle sue mani a quelle di chi può assicurargli un futuro più certo. Eppure, anche di fronte a tali scene, così innaturali, vediamo spesso una dolorosa indifferenza». Infine, il porporato ha ricordato il monito del Papa: «Il punto di partenza – riporta -, dev’essere lo sguardo di Dio, perché Dio non guarda con gli occhi ma con il cuore. E poi un culto di Dio “sincero e umile” che porti al rifiuto delle discriminazioni e a ogni forma di “violenza”».

About Davide De Amicis (3679 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985, laureato in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it è direttore responsabile di Radio Speranza, la radio della Chiesa metropolitana di Pescara-Penne. Dal 2007 al 2020 ha collaborato con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato è stato direttore responsabile della testata giornalistica online Jlive radio, ha collaborato con Radio Speranza, scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" e sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website