Ultime notizie

Cure palliative: “Spazio di azione, a difesa della vita e dell’umano”

"Le cure palliative - sottolinea monsignor Vincenzo Paglia - ci consentono di vincere la solitudine del malato, l’afasia ed il mutismo della nostra società verso le fasi finali dell’esistenza. Una morte umana, per noi credenti, è il grande spazio di apertura verso quella pienezza di vita che ci attende in base alla promessa di Gesù"

Lo ha affermato monsignor Vincenzo Paglia, presidente della Pontificia Accademia per la vita, per l’odierna Giornata nazionale delle cure palliative

Oggi, nel giorno in cui la Chiesa celebra la memoria liturgica di San Martino di Tours, ricorre la Giornata nazionale delle cure palliative. Su queste ultime, ieri, si è espresso anche il presidente della Pontificia Accademia per la vita monsignor Vincenzo Paglia: «Le cure palliative appartengono ad una dimensione culturale – afferma -, che implica un accompagnamento ed una presa in carico della sofferenza della persona malata, sul piano medico e spirituale. L’Italia ha capito l’importanza delle cure palliative e c’è oggi la legge 38/2010 su cure palliative e terapia del dolore. Da un anno, poi, le cure palliative sono entrate a pieno titolo nell’insegnamento universitario della facoltà di medicina e chirurgia».

Mons. Vincenzo Paglia, presidente Pontificia Accademia per la Vita

Tra l’altro la Pontificia Accademia per la vita ha varato un progetto specifico dedicato alla diffusione e alla promozione delle cure palliative nel mondo, inaugurato nel 2017 con la pubblicazione di un “Libro Bianco” realizzato da un gruppo internazionale di esperti, nonché attraverso convegni internazionali come il webinar che si terrà l’1 dicembre sul tema delle “Cure palliative perinatali”, al quale parteciperanno diversi esperti internazionali.

Inoltre il 28 ottobre 2019, nella Casina Pio IV in Vaticano, le tre religioni abramitiche hanno siglato un documento comune sulle problematiche del fine evita e della diffusione delle cure palliative: «Esse – conclude monsignor Paglia – rappresentano lo spazio di azione a difesa della vita e dell’umano, respingendo l’ostinazione irragionevole e le derive eutanasiche. Le cure palliative ci consentono di vincere la solitudine del malato, l’afasia ed il mutismo della nostra società verso le fasi finali dell’esistenza. Una morte umana, per noi credenti, è il grande spazio di apertura verso quella pienezza di vita che ci attende in base alla promessa di Gesù».

About Davide De Amicis (4402 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985, laureato in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Dal 2010 è redattore del portale La Porzione.it e dal 2020 è direttore responsabile di Radio Speranza, la radio della Chiesa di Pescara-Penne. Dal 2007 al 2020 ha collaborato con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato è stato direttore responsabile della testata giornalistica online Jlive radio, ha collaborato con Radio Speranza, scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" e sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website