Ultime notizie

Rinnovamento nello Spirito: anche da Pescara al via la Conferenza nazionale animatori

"Gesù, il Signore, che opera con potenza, che accredita la Sua Parola con segni, miracoli, prodigi, che rende capaci e forti i Suoi discepoli mediante i carismi elargiti dal Suo Santo Spirito!" Questo - sottolinea Salvatore Martinez, presidente nazionale del RnS - è l’inno di vita nuova che da 50 anni intoniamo e che vogliamo continui a suscitare un’eco di gioia nella Chiesa e nel mondo. Vogliamo ancora essere fedeli alle ispirazioni dello Spirito e tornare alle sorgenti della nostra gioia, cioè al dono dell’effusione dello Spirito, al battesimo nello Spirito Santo a cui Papa Francesco con grande forza ci richiama"

Oggi pomeriggio la messa di apertura. Domani a domenica l’evento formativo a Fiuggi, in collegamento con le diocesi italiane

Alcuni aderenti del Rinnovamento dello Spirito in preghiera
Card. Stanislaw Rylko, arciprete di Santa Maria Maggiore a Roma – Foto: press.vatican.va

Con la santa messa presieduta oggi pomeriggio, nella basilica di Santa Maria Maggiore a Roma, dall’arciprete il cardinale il cardinale Stanislaw Rylko, è stato ufficialmente aperto il Giubileo d’oro del Rinnovamento nello Spirito Santo (Rns), che in Italia nel 2022 compirà i suoi primi 50 anni: «Oggi, dopo 50 anni – ricorda il porporato -, il Rinnovamento è una realtà diffusa in Italia in maniera capillare; è un enorme popolo e un’importante forza missionaria a servizio della Chiesa. Come non restare stupiti dinanzi alla quantità e qualità dei frutti che ha generato nella vita dei cristiani e delle comunità cristiane. Il principio evangelico “Dai loro frutti li riconoscerete” (Mt 7,16) rimane sempre valido! Sono tante le persone che, grazie al Rinnovamento, hanno incontrato Cristo e hanno trovato la fede, oppure sono ritornate alla Chiesa e alla pratica dei sacramenti dopo lunghi anni. Sono tante le persone che da un cristianesimo puramente anagrafico, sono passate a un cristianesimo “adulto”, convinto e impegnato. Quanti frutti di autentica santità di vita! Quanti matrimoni e quante famiglie ricostruite nella fedeltà all’amore reciproco! Quante vocazioni al sacerdozio, alla vita consacrata e alle nuove forme di vita laicale secondo i consigli evangelici! Quanta fantasia missionaria nella ricerca di vie sempre nuove dell’annuncio e della testimonianza cristiana, in un mondo che in modo sempre più radicale rifiuta Dio! Quanto coraggio nel dire al mondo che essere cristiani è bello e che vale la pena esserlo! E voi, cari amici del Rinnovamento nello Spirito, stasera presentate questi frutti in questa solenne Eucaristia, per inserirli nel vostro Magnificat di rendimento di grazie cantato insieme con Maria in questa Basilica». Era infatti l’autunno del 1971 quando il Rinnovamento carismatico cattolico iniziava a muovere i primi passi e dal gennaio 1972, vedeva sorgere le prime realtà presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma e a San Mauro Pascoli in provincia di Rimini. Per l’occasione Papa Francesco concederà l’Indulgenza plenaria per le attività che si svolgeranno nel corso del Giubileo stesso alle condizioni indicate dalla Chiesa, ai membri del Movimento e ai fedeli che si uniranno alle celebrazioni previste dalla data odierna fino al 26 novembre 2022.

Una liturgia eucaristica, quest’ultima, che ha introdotto anche i lavori della 45ª Conferenza nazionale animatori dal tema “Vengono giorni, dice il Signore, nei quali io concluderò un’alleanza nuova” (Eb.8,8)”: l’appuntamento formativo annuale del movimento ecclesiastico internazionale, che da domani a domenica vedrà 1.000 delegati – tra responsabili e animatori – partecipare in presenza al Palaterme di Fiuggi e altre 12.000 persone collegarsi da remoto da 133 luoghi diocesani di tutta Italia.

Salvatore Martinez, presidente nazionale del Rinnovamento nello Spirito

Un appuntamento che il Rinnovamento nello Spirito Santo intende vivere in stile sinodale, con il pieno coinvolgimento dei cenacoli, gruppi e comunità presenti in ogni parte d’Italia, favorendo così, il più possibile, la partecipazione sul territorio: «Giubileo – approfondisce Salvatore Martinez, presidente nazionale del movimento, nel suo saluto introduttivo -. Giubileo indica “gioia”. È tempo di gioia, perché sia davvero tempo di Rinnovamento, in un mondo triste, in cui molteplici crisi, in ultimo la pandemia, stanno alterando il senso dell’esistere e delle relazioni, soprattutto nelle case, dove aumentano depressioni e violenze. Si sta spegnendo il sorriso, la voglia di vivere e di stare insieme; il dolore e la povertà stanno prostrando tanta gente, ogni giorno di più, a fronte di una grave diminuzione di cristiani che confessano la gioia di Gesù vivo e non stanno collaborando con lo Spirito al “rinnovamento della faccia della terra”. Giubileo. Gioia cristiana, grande amore effuso nei nostri cuori. Gioia procurata dallo Spirito, dalla Sua unzione sacramentale e carismatica, con la quale noi siamo ancora mandati nel mondo per essere testimoni e non spettatori delle meraviglie di Dio. La pandemia non ci ha confusi o arrestati, non ci ha fatto abbassare le mani elevate al Cielo, né le ha fatte ritrarre dal servizio alla gente e a quanti la Provvidenza ci ha affidati e ci affida. , noi vogliamo ancora annunciare e servire ciò in cui crediamo: “Gesù, il Signore, che opera con potenza, che accredita la Sua Parola con segni, miracoli, prodigi, che rende capaci e forti i Suoi discepoli mediante i carismi elargiti dal Suo Santo Spirito!” Questo è l’inno di vita nuova che da 50 anni intoniamo e che vogliamo continui a suscitare un’eco di gioia nella Chiesa e nel mondo. Vogliamo ancora essere fedeli alle ispirazioni dello Spirito e tornare alle sorgenti della nostra gioia, cioè al dono dell’effusione dello Spirito, al battesimo nello Spirito Santo a cui Papa Francesco con grande forza ci richiama».

Anche la Chiesa di Pescara-Penne vedrà 60 delegati del Rinnovamento nello Spirito riunirsi al Centro Emmaus di Colle San Donato a Pescara, per prendere parte alla Conferenza: «L’evento – sottolinea Alessandro Agrelli, coordinatore diocesano del movimento – è stato accolto con gioia da tutti gli animatori e responsabili che vi parteciperanno. Infatti, benché le comunità, i gruppi e i cenacoli del Rinnovamento abbiano ripreso, ormai da tempo, le attività in presenza, la Conferenza – da sempre prezioso tempo e luogo di formazione – quest’anno rappresenta l’occasione per rinsaldare legami di fraternità e amicizia, ravvivare la comunione e rivivere la grazia dell’alleanza con Dio. La conferenza ci consentirà, altresì, di ritrovare un nuovo slancio missionario per testimoniare che, anche nei tempi difficili che stiamo vivendo, Gesù è vivo e compie meraviglie in mezzo a noi».

In base al programma domattina, mentre nelle realtà diocesane la Conferenza si aprirà con la preghiera comunitaria carismatica, a Fiuggi, dopo i saluti e il segno introduttivo, alle ore 10.30, la prima relazione sarà tenuta dal cardinale Giuseppe Petrocchi, arcivescovo metropolita di L’Aquila, sul tema “La grazia dello Spirito: dal cuore di Dio, al cuore degli uomini”. Seguiranno, dalle diocesi, testimonianze in collegamento diretto, e, alle ore 12.15, a Fiuggi l’esperienza spirituale “I due bastoni” (cf Zc 11, 7b) presentata da Rosario Sollazzo, membro del Comitato nazionale di servizio del Rinnvamento nello Spirito. Nel pomeriggio, dopo la Preghiera Comunitaria Carismatica, la seconda relazione preparatoria ai simposi, sarà curata da Marcella Reni e Carmela Romano, membri del Comitato nazionale di servizio, sul tema “La vocazione carismatica, ecclesiale, missionaria del RnS, in accordo alle profezie e al Magistero Pontificio”. Nelle diocesi, spazio poi ai Simposi su tracce predisposte, momenti dedicati alla vita associativa e all’editoria del Rinnovamento e alle celebrazioni eucaristiche.

Il logo della Conferenza nazionale animatori

Domenica 28 novembre i lavori si apriranno, a Fiuggi, con il Roveto Ardente di guarigione e liberazione animato dal Comitato nazionale di servizio, seguito dall’esortazione di don Michele Leone, consigliere spirituale nazionale del RnS, dal titolo: “Rinnoviamo la nostra Alleanza”. Quindi, nelle diocesi: Patto d’amore “giubilare” con il Signore, testimonianze in collegamento diretto e ancora momenti dedicati alla vita associativa e all’editoria del RnS. Al Palaterme di Fiuggi, la terza riflessione sul 50° anniversario del movimento sul tema “Un anno di grazia: memoria e attualità di un impegno sempre nuovo” vedrà come relatori don Dario Vitali, docente di Ecclesiologia alla Pontificia Università Gregoriana e Membro della Segreteria Generale del Sinodo dei vescovi, e Mario Landi, coordinatore Nazionale del RnS. Il pomeriggio, a Fiuggi, dopo la preghiera comunitaria carismatica, comunicazioni sulla vita del Rinnovamento: interverrà Amabile Guzzo, direttore nazionale del RnS. Sempre da Fiuggi, sarà il presidente nazionale Salvatore Martinez a tenere la quarta relazione conclusiva e il mandato su “Per uscire dalla crisi: ‘Conversione comunitaria e Chiesa in uscita’ (Papa Francesco)”. Saranno i saluti e il segno finale a chiudere la Conferenza animatori, che nelle diocesi terminerà con la santa messa. Quest’ultima, al Centro Emmaus di Pescara, verrà presieduta alle 16.45 dall’arcivescovo di Pescara-Penne monsignor Tommaso Valentinetti.

I lavori della Conferneza nazionale animatori, potranno essere seguiti in diretta streaming visitando il sito web http://www.rinnovamento.org/.

About Davide De Amicis (3761 Articles)
Nato a Pescara il 9 novembre 1985, laureato in Scienze della Comunicazione all'Università degli Studi di Teramo, è giornalista professionista. Oltre ad essere redattore del portale La Porzione.it è direttore responsabile di Radio Speranza, la radio della Chiesa metropolitana di Pescara-Penne. Dal 2007 al 2020 ha collaborato con la redazione pescarese del quotidiano Il Messaggero. In passato è stato direttore responsabile della testata giornalistica online Jlive radio, ha collaborato con Radio Speranza, scritto sulla pagina pescarese del quotidiano "Avvenire" e sul quotidiano locale Abruzzo Oggi.
Contact: Website